in ,

Il Galaxy S5 è stato smontato da Chipworks per noi.

Il Galaxy S5 è stato disassemblato per noi dai ragazzi di Chipworks in modo tale da poter analizzare accuratamente le sue componenti e carpire  informazioni.

Galaxy S5

galaxy s5-

Samsung ha presentato a Barcellona il suo nuovo Galaxy S5, il nuovo top di gamma targato Samsung ha riscosso un ottimo successo tra i fan al  Mobile World Congress di quest’anno Anche se in tutto il mondo (Corea esclusa) non è ancora possibile venire in posseso del favoloso Galaxy S5 i ragazzi di Chipworks ce l’hanno fatto acquistandolo prima del 11 Aprile (data ufficiale del lancio globale)Il telefono è multi-band da 5,1 pollici  dotato di un processore quad-core,  da 2,5 GHz con 2GB di RAM e una fotocamera da 16 MP. Dal momento che Samsung ha deciso di distribuire diverse versioni a seconda della regione, vale la pena di sottolineare che questo telefono particolare SM-G900S è stata acquistata in Sud Corea.

Intanto la concorrenza si fa sempre più dura con brand del calibro di  HTC, Huawei, Xiaomi che hanno svelato i loro nuovi top di gamma per il 2014. Ma l’analisi degli esperti di Chipworks ci ha fornito un idea abbastanza dettagliata su come Samsung con il Galaxy S5 ha cercato di differenziarsi dai rivali.

“>Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown

“>Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown   “>Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown   “>Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown   “>Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown

Uno sguardo dentro il Galaxy S5

Anche se sono state presentate molte innovazioni all’interno del nuovo Galaxy S5 gli ingegneri del sito inglese che ha disassemblato per noi il telefono ha deciso di focalizzarsi principalmente su 3 grandi innovazioni e le sue componenti. Ovvero il nuovo modulo fotografico che presenta un sensore da ben 16 mega pixel e un nuovo chip chiamato Isocell di cui ne abbiamo già parlato in questo articolo , la seconda grande novità riguarda il nuovissimo cardio frequenzimetro il primo smartphone al mondo che è dotato del chipPulse / Oxy IC. Ed infine sulla strada già aperta a Novembre da Apple Samsung ha deciso di montare a bordo del suo gioiellino un lettore di impronte digitali. Solo che a differenza della rivale californiana i coreani hanno deciso di integrare il sensore all’interno del touch screen.

“>Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown

 “>Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown   “>Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown   “>Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown   “>Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown   “>Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown   “>Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown

L’elenco dei chip.

Siamo stati in grado di identificare più chip all’interno del Galaxy S5. Qualcomm sembra avere  vinto l’appalto fornendo addirittura 7 chip:

  • QFE1100 (Envelope inseguimento Power Amplifier PMIC),
  • WFR1620 (Ricevitore RF),
  • WTR1625L (Transceiver RF),
  • MSM8974AC (Snapdragon 801 (BB ​​/ AP SOC)),
  • WCD9320 (Audio Codec) e
  • PMC8974 (BB / AP Power Management).

Altri chip importanti che sono stati trovati:

  • Avago A7007 (Band 7 PAM),
  • Avago ACPM-7617 (MMMB 2G/EDGE, 3G, LTE) e
  • Avago +ACW (FBAR)
  • Maxim MAX77804K (PSoC System) e
  • Maxim MAX77826 (probabilmente per la batteria).
  • Rumors affermano che Maxim abbia fornito il chip per il bio sensore ma dall’analisi sembrerebbe il contario. Stiamo attualmente investigando ulteriormente.
  • Audience’s ADNC ES704 (Stand-alone voice processor),
  • FCI’s FCI FC8080 (Terrestrial Digital Multimedia Broadcast RF Tuner & Demod),
  • Invensense’s MP65M P02881 L1405 (6-axis gyro/accelerometer),
  • Lattice’s LPIK9D (Low-power FPGA),
  • NXP’s NXP 47803 (NFC + Secure Element (Region specific)),
  • RFMD’s RF1119 (Antenna Control Solution),
  • Samsung’s own K3QF2F0DA (Likely 2GB RAM),
  • KLMBG4GEAC (32 GB flash), and
  • Silicon Image’s SIMG 8240B0 (MHL Transmitter)

“>Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown

“>02 Qualcom WFR 1620   “>03 Qualcom WTR 1625   “>05 Qualcom WCD9320   “>06 Qualcom PMC8974

Un chip non identificato

I ragazzi hanno trovato un chip con su scritto il codice  “32HUBI A5006V0 W 404 A”  probabilmente è quello che gestisce il sensore di impronte e dovrebbe esser stato prodotto da STMicro ma nulla può esser confermato. E’ anche stato trovato un altro chip con la marcatura “4452M3”, probabilmente prodotto da Semco o STMicro (ancora nessuna conferma), questo chip serve come modulo WLAN e pensiamo BCM4354 di Broadcom sia  all’interno di quel chip.

“>Un chip con le marcature pacchetto "32HUBI A5006V0 W 404 A" è probabile che il fulcro del sensore - Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown

“>Chip 01A con marcature pacchetto "4452M3" serve come modulo WLAN - Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown   “>Un chip con il marchi dei colli "4452M3" serve come modulo WLAN - Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown

La fotocamera del Galaxy S5

Abbiamo già parlato nei giorni scorsi della nuova fotocamera del Galaxy S5  ma la nostra era un analisi sia software che hardware ma che si incentrava principalmente sul principio di funzionamento. Come ben sappiamo il Galaxy S5 è dotato di un sensore fotografico da  16 MP. Ma ripercorrendo la storia dei vari Galaxy ricorderemo come il Galaxy S2 abbia avuto un sensore da 8 MP retroilluminato della Sony. Il Galaxy S3 ha replicato la scelta del anno precedente riproponendo un sensore migliorato della Sony da 8 MP. Infine sia l’S4 che il Note 3 hanno montato a bordo un sensore da 13 MP della Sony con la tecnologia Exmor-RS.

Quest’anno samsung ha deciso di fare il grande passo proponendo un nuovo sensore sviluppato dai suoi stessi ingegneri. Quello di cui stiamo parlando è il rivoluzionario sensore di immagine ISOCELL. Secondo Samsung l’innovazione di questa componente sarà un ulteriore passo avanti al quale i concorrenti dovranno adeguarsi Secondo i dati di fabbrica il Galaxy S5 riduce la diafonia del 30% e migliora la qualità di immagine in condizione buie del 25%.

“>ISOCELL

Ma il gruppo di ingegneri ha deciso di non fermarsi ed ha annunciato importanti novità per il 2014. Sebbene Samsung non sia stata la prima al mondo a proporre nuovi elementi tecnologici come i sensori BSI, per-pixel DTI, transistor pixel VTG che continuano ad essere diffusi in tutti gli altri device, la casa coreana con il suo Galòaxy S5 ha deciso di scalzare via il primato assoluto di Sony per quanto riguarda i sensori di immagine nelle fotocamere. Ce la fara il tempo potrà dircelo, ma sembra che in questo momento Samsung può andare in punta di piedi con la Sony e vincere.

“>Fotocamera secondaria - Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown

“>Fotocamera secondaria - Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown   “>Camera primario - Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown   “>Camera primario - Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown

Il Cardio frequenzimetro 

Il cardio frequenzimetro  si trova accanto al Flash led della fotocamera nella parte posteriore del Galaxy S5. Per funzionare bisogna appoggiare un dito sopra il sensore. Questo illuminerà con una luce infrarossa la nostra falange e ne ricaverà il nostro battito cardiaco. Secondo le recensioni video sembrerebbe abbastanza accurato e preciso. Il processore è probabilmente uno dei nostri chip non identificati, sul lato opposto della scheda madre, con le marcature C1N78B YMP4 1412, probabilmente un micro controllore di qualche tipo – dovremmo smontarlo ulteriormente per scoprirlo  .

“>Ascoltate Tariffa MCU - Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown

“>Ascoltate Tariffa MCU - Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown   “>Ascoltate Tasso MCU (retro della scheda) - Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown

Il sensore di impronte

Il sensore di impronte digitali, come abbiamo notato in precedenza, è una bestia diversa da quella del iPhone. Sembra  essere diviso in due parti – un sensore di tocco incorporato nel tasto home, ma ci vuole anche l’input dal touch screen principale, ed entrambi devono essere utilizzati per ottenere il vostro ID caricato precedentemente. In assenza di ulteriori immagini, la porzione di schermo touch o semplicemente rileva un colpo di attivare un sensore seduto dietro il tasto home, o svolge qualche altro ruolo più importante nel rilevamento delle impronte digitali stessa. Avremo bisogno di smontare sia il touch screen e il tasto home per avere un quadro più chiaro su questo. Ci aspettiamo che il sensore tasto home sarà simile agli altri che abbiamo visto, ma l’area del sensore del touch screen ricade inoltre esame per vedere se ha una maggiore densità di elettrodi dal resto del display. Il sensore di Apple ha una risoluzione di 500 ppi, quindi ci aspettiamo di vedere qualcosa di simile in entrambe le parti del dispositivo Samsung.

“>Sensore di impronte digitali - Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown

“>Sensore di impronte digitali - Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown   “>Sensore di impronte digitali - Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown   “>update01   “>update02   “>X Ray Image del sensore di impronte digitali - Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown   “>X Ray Image del sensore di impronte digitali - Samsung Galaxy S5 Chipworks Teardown   “>update03

 

Google Now: promemoria per pagare le bollette

Display del Galaxy S5: Eccovi i nuovi dettagli