in , ,

Metti “Mi Piace” e ti dirò chi sei. Guida pratica per avere una buona reputazione

Ecco una piccola guida – barra, articolo – che potrebbe davvero interessarvi! Oramai, su Facebook, circolano tantissimi post di vario genere (dalla musica, alle fondazioni) e mediante questi post, la gente può capire di che pasta siamo fatti.

Un modo per spiarci? Non di certo! Tutti gli amici che abbiamo su FB, ci fanno sempre capire i loro interessi con le condivisioni. E tu, vuoi essere reputato bene su Facebook? Ecco qualche pratico consiglio.

1. Leggi attentamente ciò che condividi

Prima di condividere un post, sarebbe buona regola, leggere o guardare ciò che vogliamo condividere davvero, per evitare che i nostri contatti,  possano avere strane idee su di noi. Ad esempio, è sconsigliabile ed inopportuno, condividere ogni post o immagine che abbia contenuti molesti che possano creare caos all’interno del mondo virtuale. (Vedi l’ultimo caso del Video di Bollate*)

Ricordiamo che, ogni post, può essere segnalato e puoi invitare la persona a rimuovere il contenuto. Facebook, comunque, analizza il grandi linee ciò che la gente posta, ma anche grazie a te, puoi prevenire la pubblicazione di video, immagini e post che potrebbero dare fastidio non solo a te, ma anche agli altri.

 

2. Condividi solo se sei davvero interessato

A chi non da fastidio, una bacheca intasata da continui post su “Ecco come si prepara la nutella” oppure “Ecco le 1293 paia di scarpe che ho in casa”. Di certo, noi non siamo qui per far polemica, e ognuno ha diritto di pubblicare ciò che preferisce (seguendo sempre le condizioni d’uso Facebook) ma troppi contenuti e condivisioni potrebbero dare fastidio agli altri.

E’ buona norma, pubblicare volta in volta, i contenuti. Nel caso un utente dovrebbe darti fastidio davvero, puoi nascondere le sue notizie, sempre con gentilezza ed evitando di aggredirlo.

 

3. Evita di “urlare”, scrivere molestie oppure spammare

Il termine “urlare” nel gergo informatico, significa scrivere un testo con il MAIUSCOLO. Sinceramente, non ci sarebbe motivazione nell'”urlare” postando un commento od uno stato personale.

Buona regola di “sopravvivenza”  è quella di evitare di molestare una o più persone, commentando ogni singola cosa ogni secondo. All’interno dei post degli altri, risparmiamoci lo spam (Pubblicizzazione di elementi): da molto fastidio agli amministratori delle pagine, ad esempio.

Mettiamo il caso che, una persona sia amministratore della pagina Facebook di “Acer” e arriva una persona che all’interno dei post condivide il sito di “HP”…concorrenza pura?

 

4. Posta immagini “decenti” e osserva il resto

Va bene tutto, ma immagini scollate, oppure un gran gnocco che si copre con solo una foglia…non si può vedere! Perfetto, cerchiamo di tenercele per noi, o al limite, osserviamole quanto vogliamo…tanto è gratis no?

Per il resto AndroidTech  vi invita a prestare attenzione a ogni contenuto condiviso e a tutto ciò che fate su Facebook. Noi, abbiamo voluto sdrammatizzare questo fatto, con un articolo che non ha riferimento a fatti e persone*. Quindi, secondo voi, cos’è la cosa più preziosa da osservare per ottenere e mantenere una buona reputazione?

*L’articolo potrebbe urtare la tua sensibilità.

Windows 8.1: nuove immagini trapelate del 1° Update

LG G Pro 2: presentazione fissata il 13 Febbraio in Corea